Templari di San Bernardo
Congregazione laicale cattolico-cavalleresca di ispirazione templare
 
 
 
 Religioni, filosofie e sette
 

DOCUMENTO DEI VESCOVI DELLE MARCHE SULLA "MAGIA"
 

"Preso atto di una certa diffusione,anche nelle nostre Diocesi, dei cosiddetti "Nuovi movimenti religiosi", di "pratiche magiche" e di tecniche che si presentano di "guarigione" o di "benessere" noi Vescovi della Metropolia sentiamo il dovere di richiamare all'attenzione dei sacerdoti, dei diaconi,dei religiosi e delle Religiose,di tutti i fedeli, sulla serieta' del fenomeno e delle conseguenze nocive che puo' produrre nelle coscienze.
1)Il marcato soggettivismo culturale,che caratterizza il nostro tempo, favorisce la diffusione di credenze vaghe e sincretiste, per cui ognuno sceglie dai vari ambiti religiosi o filosofici quegli elementi che ritiene a lui congeniale. Nello stesso tempo favorisce la sequela di capi carismatici che promettono sollievo del male fisico, psichico o morale e si presentano come rassicuranti punti di riferimento.
2)L'esaltazione della dimensione emotiva e un diffuso senso d'angoscia inclinano verso una religiosita' fortemente emozionale e magica e spingono alla ricerca dello "straordinario",di esperienze gratificanti e di sensazioni di benessere fisico e psichico.
3)In questo contesto culturale proliferano:le molteplici forme di "superstizione" che consistono nell'attribuire importanza indebita e quasi magica a certe pratiche o oggetti(amuleti, consultazione degli oroscopi,astrologia, lettura delle carte-i "tarocchi"- numeri della fortuna o della sfortuna..); le pratiche di magia, di stregoneria, di satanismo, con le quali si pretende di allearsi con "forze occulte" e di piegarle a servizio proprio o degli altri, SIA NEL BENE CHE NEL MALE (malocchio, fattura, maleficio, "messe nere"); lo spiritismo nelle sue varie forme (sedute medianiche, scrittura automatica, riti e tecniche per presunti contatti con i defunti...);l e varie esperienze e tecniche psico-fisiche di "meditazione", di"guarigione", che di per se' non presentano verita' da credere (es Reiki),ma che in realta' insinuano una determinata visione dell'uomo e del mondo non CONFORME alla Rivelazione di Gesu' Cristo; i cosiddetti "nuovi movimenti religiosi", che a volte, nel linguaggio comune, vengono indicati anche col nome di "sette".
Alcuni di essi sono di derivazione cristiana ed hanno la pretesa di aver ricevuto nuovi messaggi rivelati. Altri si ispirano alle religioni orientali. Altri ancora a tradizioni esoteriche ed occultistiche. Itestimoni di Geova, l'Associazione internazionale per la Meditazione Trascendentale, la chiesa di scientologia (Scientology), la Nuova Acropoli, Il Movimento della Speranza, L'Anima Universale, Gruppi di new -Age, il Movimento Di Moon, la fede universale di Bahai..sono solo alcuni dei numerosi "Nuovi movimenti Religiosi" presenti in Italia e nel mondo. Rispetto alla fede e alla Chiesa Cattolica i Nuovi Movimenti Religiosi presentano una molteplicita' di posizioni: spesso praticano il sincretismo, che mette insieme diversi elementi delle differenti religioni e filosofie (es New-Age). Il sincretismo puo' giungere fino alla posizione subdola e pericolosa di ammettere la "DOPPIA APPARTENENZA" (al Movimento e alla Chiesa Cattolica). Cio' puo' esser visto come" tolleranza religiosa", in nome di valori comuni come la fratellanza universale. In realta' induce l'adepto a omologare progressivamente la fede cattolica con idee DIVERSE o CONTRARIE, e a stemperare talmente lo specifico dono della Fede cristiana da considerare GESU' CRISTO come uno dei tanti "GURU" dell'umanita', anziche' il FIGLIO DI DIO e L'UNICO SALVATORE del mondo. In altri casi,come ad esempio i Testimoni di Geova, e' noto un atteggiamento intransigente ed esclusivo rispetto ad ogni posizione diversa.
4)DI fronte alla sfida pastorale, che la situazione descritta presenta alla Comunita' Cristiana, noi Vescovi riaffermiamo,secondo la fede della Chiesa, che SOLO IL SIGNORE GESU' HA VINTO IL MALIGNO, LIBERA da ogni paura, e dalla RICERCA di mezzi magici per affrontare le difficolta' delle vita. SOLO in GESU' Cristo, Figlio Di Dio, Morto e Risorto, E' LA SALVEZZA E LA PACE.
ALTRESI, SENTIAMO IL DOVERE di richiamare l'attenzione e la responsabilita' dei credenti..(segue)
Cosi' pure dobbiamo sollecitare alla frequente celebrazione de Sacramento della Confessione e alla partecipazione alla S.Eucarestia..
Perche' nel cammino di formazione della fede e della Coscienza cristiana, Venga Detto e Motivato con Chiarezza che l'esercizio delle pratiche descritte, o l'appartenenza ANCHE SOLO OCCASIONALE, O PER MOTIVI DI CURIOSITA', ai gruppi o movimenti segnalati, non e' COERENTE CON LA FEDE CATTOLICA.
DEVONO ESSERE CONFESSATI nel SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE.
A conclusione di queste Disposizioni Pastorali, noi Vescovi ribadiamo l'assoluta e insostituibile verita' per cui il Padre ha Costituito Cristo:
"AL DI SOPRA DI OGNI PRINCIPATO E AUTORITA', DI OGNI POTENZA E DENOMINAZIONE E DI OGNI ALTRO NOME CHE SI POSSA NOMINARE NON SOLO NEL SECOLO PRESENTE MA ANCHE IN QUELLO FUTURO, TUTTO INFATTI HA SOTTOMESSO AI SUOI PIEDI E LO HA COSTITUITO SU TUTTE LE COSE A CAPO DELLA CHIESA, LA QUALE E' IL SUO CORPO, LA PIENEZZA DI COLUI CHE SI REALIZZA INTERAMENTE IN TUTTE LE COSE (Efesini 1,21-23).
Chi ha incontrato Il Signore Gesu' non ha BISOGNO di cercare la salvezza altrove:
"A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno di sacerdoti per il suo Dio e Padre, a Lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen (Apocalisse 1,5-6 ).

Pesaro 3 giugno 2001 (segue la lista dei Vescovi)


 Scudetto della Congregazione T.S.B.

 

 
   

 home page - index

top